5 ricette tra le righe di una lista della spesa

Ogni volta che trovo una lista della spesa per terra mi diverto a cercare di indovinare cosa volesse cucinare il suo sconosciuto autore. E' così fin dalla prima lista che ho trovato 4 anni fa sul lungolago di Mantova. L'ho raccolta, ho letto “speck” e subito ho pensato a uova, patate e speck, il piatto che ogni... Continue Reading →

Annunci

Il risparmio è una caccia al tesoro tra supermercati

Non ci sono più i consumatori di una volta. Impulsivi, a volte compulsivi, figli di un'epoca in cui al supermercato ci si poteva concedere il lusso di dare libero sfogo alle proprie voglie senza paura di far saltare il bilancio familiare. La crisi economica li ha spazzati via. Oggi il consumatore non compra più con... Continue Reading →

Le parole che metti nel carrello

Noi italiani abbiamo un'infinita varietà di sfumature linguistiche quando parliamo di cibo. Una semplice costina di maiale può fregiarsi di almeno 5 nomi diversi, tutto dipende da chi la cucina: il napoletano la chiama “tracchiolella”, il milanese “puntina”, il romano “spuntatura”, il fiorentino “rosticciana”, il senese “costoleccio”. Lo stesso vale per la pasta, la verdura,... Continue Reading →

Il dilemma dell’indeciso

Non c'è niente di più difficile di una scelta. Quel momento cruciale in cui ti trovi davanti ad un bivio e devi decidere da che parte vuoi andare. La lista della spesa serve anche a questo: a farti arrivare al supermercato con le idee già chiare, per non sprecare tempo a chiederti se girare a... Continue Reading →

Uomini che amano la spesa

E invece no. Devo ricredermi e pubblicare una rettifica al mio post “Lista della spesa per lui”. Che era una riflessione divertita e volutamente provocatoria sull'incapacità dell'uomo di fare una spesa intelligente senza le dritte della propria compagna. L'ho scritto qualche tempo fa, per gioco, e ancora oggi sono convinta che molti uomini si riconoscano... Continue Reading →

Lista della spesa per lui

La calligrafia non mente: questa lista della spesa l'ha scritta una donna. Ma il destinatario è un uomo. Ovvio. Quale donna avrebbe bisogno di ricordare a se stessa di controllare la data di scadenza del prosciutto cotto prima di metterlo nel carrello? Per una donna avvicinarsi al banco frigo, prendere la confezione e capovolgerla con... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑